Riconoscimenti
Versione accessibile
In questa sezione vengono riportati i riconoscimenti/premi ottenuti dall’Azienda
L’Azienda Ospedaliera viene sottoposta periodicamente a verifiche ed ispezioni di soggetti esterni che certificano le prestazioni e costituiscono momenti di confronto utili a migliorare i servizi erogati dalle strutture.
I positivi riscontri segnalati vanno a sottolineare la grande attenzione agli aspetti sanitari, relazionali, tecnici e assistenziali che le strutture aziendali mettono in atto nei confronti dei propri assistiti.
 

L’Azienda Ospedaliera Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo di Alessandria vede anche per il biennio 2014-2015 i tre Bollini Rosa, importante riconoscimento che ONDA, Osservatorio Nazionale per la Salute della Donna, attribuisce alle strutture attente alla salute femminile. Le motivazioni sono legate alla presenza di specialità cliniche dedicate alle principali patologie di interesse femminile e all’appropriatezza dei percorsi diagnostico-terapeutici, oltre che offerte di servizi aggiuntivi che cambiano l’approccio con l’ospedale, dalla documentazione
informativa multilingue alla mediazione culturale, dalla dieta personalizzata per particolari esigenze o motivi religiosi al servizio di assistenza sociale e servizi alberghieri convenzionati.


L’A.O. di Alessandria ha mantenuto anche per l’anno in corso la Certificazione di Qualità secondo lo standard UNI EN ISO 9001 nell’ambito dell’ "Erogazione di prestazioni sanitarie di diagnosi e cura in regime di ricovero in area medica ed in area chirurgica, in elezione e da pronto soccorso, in regime di day surgery e day hospital. Prestazioni ambulatoriali."
Tale attestazione è il riconoscimento dell’impegno costante da parte dell’A.O. di Alessandria nel garantire ai propri pazienti adeguati standard qualitativi dei servizi resi attraverso il governo e monitoraggio sistematico dei propri processi e delle prestazioni erogate, avendo come obiettivo ultimo la soddisfazione dei propri pazienti.

Attualmente sono certificati:
35 Strutture Complesse
11 Strutture Semplici a Valenza Dipartimentale
9 Strutture Semplici a valenza aziendale
13 Strutture Semplici

È in corso il progetto di estensione della certificazione a tutte le Strutture aziendali
 

Il sito web dell’ A.O. di Alessandria si è aggiudicato il secondo posto nella categoria e-Health and Environment nell’ambito dell’Italian eContent Award 2009, la manifestazione che anche quest’anno ha assegnato premi e riconoscimenti ai migliori contenuti in formato digitale, promuovendo la creatività e l'innovazione nel settore dei nuovi media in Italia.
Il compito di selezionare i lavori migliori è stato affidato ad una giuria internazionale composta da numerosi esperti con competenze che spaziano dai settori specialistici a quelli interdisciplinari.
I prodotti di e-Content inscritti al concorso sono stati analizzati sulla base di precisi criteri di valutazione tra cui la qualità e comprensibilità del contenuto, la facilità d'uso, la piacevolezza del design, la qualità tecnica della realizzazione,…
Il progetto eContentAward è stato ideato da MEDICI Framework nell’ambito del World Summit Award sotto l’egida di ONU ed ITU con il successivo riconoscimento da parte di Global Alliance ICT for Development (GAID) e realizzato con la partecipazione di Fondazione Politecnico di Milano; tale progetto ha inoltre ottenuto il patrocinio di: Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero dell’Interno, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, Ministero dello Sviluppo Economico, Ministero della Gioventù, Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
 

Il sito web dell’ A.O. di Alessandria è stato premiato per il secondo anno nella categoria e-Health and Environment nell’ambito dell’Italian eContent Award 2010, la manifestazione che anche quest’anno ha assegnato premi e
riconoscimenti ai migliori contenuti in formato digitale, promuovendo la creatività e l'innovazione nel settore dei nuovi media in Italia.
Il compito di selezionare i lavori migliori è stato affidato ad una giuria internazionale composta da numerosi esperti con competenze che spaziano dai settori specialistici a quelli interdisciplinari.
I prodotti di e-Content inscritti al concorso sono stati analizzati sulla base di precisi criteri di valutazione tra cui la qualità e comprensibilità del contenuto, la facilità d'uso, la piacevolezza del design, la qualità tecnica della realizzazione,…
Il progetto eContentAward è stato ideato da MEDICI Framework nell’ambito del World Summit Award sotto l’egida di ONU ed ITU con il successivo riconoscimento da parte di Global Alliance ICT for Development (GAID) e realizzato con la partecipazione di Fondazione Politecnico di Milano; tale progetto ha inoltre ottenuto il patrocinio di: Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero dell’Interno, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, Ministero dello Sviluppo Economico, Ministero della Gioventù, Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
 

Anche quest’anno nell’ambito dell’Italian eContent Award 2012, la manifestazione che assegna premi e riconoscimenti ai migliori contenuti in formato digitale promuovendo la creatività e l'innovazione nel settore dei nuovi media in Italia, l’ A.O. di Alessandria è stata premiata
ottenendo il primo posto nella categoria e-Health and Environment.
E' stato presentato un sito realizzato internamente all’azienda dal wbmaster aziendale dr. Roberto Pagella con lo scopo di registrare via web tutti i nuovi casi di Mesotelioma in modo da garantire una segnalazione tempestiva al Registro Mesoteliomi Maligni ed un’informazione completa, aggiornata e cruciale nella definizione di strategie politico-sanitarie sul tema amianto-salute.
La giuria internazionale, composta di numerosi esperti con competenze che spaziano dai settori specialistici a quelli interdisciplinari, ha ritenuto il sito in oggetto un buon lavoro e completo sia per quanto riguarda l’attività tecnica di sviluppo, sia per quanto riguarda l’importanza della tematica trattata purtroppo molto attuale in Piemonte ed in particolare nella zona di Alessandria.
L’utilizzo delle pagine web è esteso anche all’esterno dell’Azienda, in particolare per ora alle province di Alessandria, Asti e Novara. Non è escluso in futuro un utilizzo anche al di fuori della Regione Piemonte.
 

L’Azienda Ospedaliera “Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo” ha ricevuto nel 2008 tre bollini rosa aderendo alla seconda edizione del progetto Ospedaledonna, mirato a identificare nel panorama sanitario italiano gli ospedali più vicini alle donne. L’iniziativa dei bollini rosa promossa dall’osservatorio ONDA vuole focalizzare l’attenzione sul problema delle donne ricoverate in
ospedale, sulle loro necessità di cure specifiche e sulle difficoltà che derivano dal loro forzato distacco dalla famiglia, introducendo una prospettiva di genere all’interno dell’erogazione delle cure mediche che possa migliorare la salute non solo delle donne. I tre bollini, che certificano la struttura per tre anni, fino al 2010, sono stati assegnati, nello specifico:
• per l’elevato numero di prestazioni all’avanguardia nella cura delle patologie femminili e nell’assistenza alle donne;
• per le numerose pubblicazioni scientifiche sulle patologie femminili negli ultimi tre anni;
• per la presenza di parecchie donne in posizione apicale;
• per la percentuale, molto elevata, del 84,6% (al 31.12.2008) di personale infermieristico femminile.

Una caratteristica che è stata valutata molto significativa è la presenza di attività di mediazione culturale coordinata dal Servizio Sociale aziendale in tutti i reparti, anche in emergenza, con particolare attenzione all’assistenza della donna in gravidanza e della puerpera e altri moduli informativi multilingua relativi ad argomenti specifici.
 

La Rete HPH - Health Promoting Hospitals, Ospedali che promuovono la salute, nasce da una nuova idea di salute, promossa nei primi anni novanta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, intesa come sviluppo della consapevolezza e del controllo da parte dei singoli e della comunità sul proprio stato di salute e sulle possibilità per migliorarla, tramite l’introduzione negli ambienti ospedalieri di nuovi metodi e principi di promozione della stessa.
L’Azienda Ospedaliera “SS. Antonio e Biagio e C. Arrigo” partecipa alla rete HPH Piemontese dalla fine degli anni novanta.
Dal 2003 l’A.O. Alessandria è capofila piemontese per il Progetto "Salute e Sicurezza degli Operatori Sanitari”, in collaborazione con le aziende dell’ex quadrante piemontese e con l’ASL del Verbano.
Tale progetto mira al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza degli operatori nel loro ambiente di lavoro, attraverso una maggiore conoscenza dei rischi connessi alle singole attività lavorative e di quelli correlati all’organizzazione del lavoro, nonché al miglioramento delle relazioni con i pazienti e con i colleghi. Oggi il Progetto ha un orizzonte più ampio (“sicurezza in ospedale”), occupandosi di promuovere un posto di lavoro più sano e sicuro.
Altri progetti HPH cui partecipa l’A.O. di Alessandria sono quello relativo a “Ospedale e Territorio”, che cerca di migliorare i complessi rapporti tra le varie componenti del sistema salute favorendo la continuità assistenziale, e quello relativo all’assistenza ai migranti. E’ da poco iniziata la collaborazione con il gruppo HPH che si occupa della salute mentale, con specifica attenzione sulla prevenzione del fenomeno dei suicidi in ospedale.
Nell’ambito del progetto “ospedale senza fumo” della rete regionale HPH si sono sviluppate le attività del centro antifumo presente all’interno dell’Azienda Ospedaliera.
 

Come previsto dagli standard di funzionamento dell’IBMDR (Registro Italiano Donatori di Midollo Osseo), il Centro Donatori di Midollo riconosciuto nella SC di Medicina Trasfusionale dell’AO di Alessandria, deve avvalersi di un laboratorio
di tipizzazione HLA in possesso dell’accreditamento EFI (European Federation for Immunogenetics).
Il laboratorio della SC Medicina trasfusionale dell’AO di Alessandria ha ottenuto l’Accreditamento EFI il 4 ottobre 2001.
Successivamente è stato sottoposto a verifiche periodiche da parte dell’ente accreditante con esito sempre positivo.
 

L’AIPO (Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri) ha individuato in tutta Italia le dodici strutture di Pneumologia interventistica maggiormente riconosciute e le ha giudicate sul percorso di Broncoscopia Terapeutica, attraverso un audit che ha verificato la conformità al disciplinare AIPO e le attività gestionali.
La struttura alessandrina, diretta da Gabriele Ferretti, ha ottenuto quest’anno l’accreditamento del percorso, con ottimi risultati a testimonianza della tradizione, storia e attività.
 

La struttura di Oculistica dell’Azienda Ospedaliera Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo, diretta da Daniela Dolcino, ha conseguito la certificazione per la Terapia della Degenerazione Maculare legata all’età. Un riconoscimento ottenuto in virtù della scelta di sottoporsi
ad un protocollo di accreditamento di un ente di certificazione indipendente, nell’ambito del progetto OLIMPO, programma che garantisce al paziente un percorso di cura definito attraverso la definizione di standard organizzativi tesi all’eccellenza.
 

Il riconoscimento dell’eccellenza internazionale all’Ematologia per l’attività legata ai trapianti La struttura di Ematologia diretta da Alessandro Levis ha superato con successo la visita degli ispettori per ottenere l’accreditamento internazionale JACIE.
L’accreditamento JACIE è una tappa fondamentale che il Centro Nazionale Trapianti chiede a tutte le strutture che effettuano attività
di trapianto di cellule staminali, allo scopo di garantire la sicurezza per il paziente, la minimizzazione del rischio e la massima efficacia del percorso terapeutico.
Presso l’Azienda di Alessandria, la seconda in Piemonte a sostenere la visita degli ispettori JACIE, vengono effettuati in media sessantacinque trapianti all’anno: trattamenti estremamente complessi per medici e pazienti, richiesti per i tumori ematologici (le leucemie, i linfomi e i mielomi) difficili da guarire con la sola chemioterapia, ma con maggiori probabilità di esito positivo grazie al trapianto. L’elevata complessità e l’interdisciplinarietà spiegano perché sia richiesto questo accreditamento
 

L’Azienda Ospedaliera ha predisposto un Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale relativo alle malattie tiroidee che ha ottenuto la certificazione di conformità dall’ente esterno Bureau Veritas il 4 dicembre 2012.
Sono stati coinvolti una serie di professionisti operanti in più strutture, ed è stata fattiva anche la collaborazione con i medici di medicina generale, allo scopo di rispondere alle esigenze dei pazienti in modo univoco.
 

La Medicina Nucleare dell’Azienda Ospedaliera di Alessandria è tra i dieci centri italiani che l’Associazione Italiana di Medicina Nucleare (AIMN) ha scelto per la certificazione del percorso di qualità, in collaborazione con l’ente esterno Bureau Veritas.
Questo significa per i pazienti poter contare su un sistema documentato e conforme ai requisiti di qualità, sicurezza, efficacia e sostenibilità, coerente con le loro aspettative.
La verifica della SC Medicina Nucleare è avvenuta da parte di una commissione AIMN_Bureau Veritas nel mese di Novembre 2012, con il rilascio del certificato di conformità al modello di accreditamento AIMN per le strutture di Medicina Nucleare.


©2009 Azienda Ospedaliera Nazionale ss.Antonio e Biagio e c.Arrigo - Alessandria - P.IVA 01640560064 - Data ultimo aggiornamento: 23/11/2015
Note Legali | Privacy | credits | webmaster@ospedale.al.it
Responsabile del procedimento di pubblicazione: Dott. Ing. Roberta Bellini – rbellini@ospedale.al.it